Notional machine

L’articolo seguen­te inqua­dra per­fet­ta­men­te il con­cet­to di Notional Machine. Le sezio­ni su cui con­cen­trar­si sono i capi­to­li 1,2,4,5,7,8; le altre sezio­ni ver­ran­no coper­te in altre par­ti del corso.

Spunti di ragio­na­men­to / discussione

  • Come al soli­to, iden­ti­fi­ca­te aspet­ti rile­van­ti del­l’ar­ti­co­lo pro­po­sto, in sen­so posi­ti­vo o negativo. 
  • Guardando indie­tro ai cor­si di pro­gram­ma­zio­ne che ave­te segui­to, è sta­to fat­to rife­ri­men­to alla notio­nal machi­ne, anche sen­za nomi­nar­la esplicitamente?
  • Seguendo le carat­te­ri­sti­che descrit­te da Morgan (pagi­na 9), sapre­ste “ana­liz­za­re” un model­lo  men­ta­le che vi sie­te fat­ti rela­ti­va­men­te ad una notio­nal machine?
  • Sapreste iden­ti­fi­ca­re un “thre­shold con­cept” nel vostro appren­di­men­to del­la programmazione?

Materiale lezio­ne:

  • Slide pre­sen­ta­te duran­te la lezio­ne [Link]
Scroll to top